12 novembre 2017

L'umanità prima della parola

Gli esseri umani inventarono e organizzarono la parola per sopperire alla sempre più dilagante incapacità di comunicare con le vie naturali della forma umana. In origine quando i primi umanoidi vennero perfezionati erano capaci di comunicazioni psichiche e altre varianti paranormali. Si narra che l’intuizione, la percezione, la sensibilità erano a livelli sconosciuti ai giorni d’oggi. Si narra che gli umani potevano comunicare mediante l’immaginazione, essi leggevano i pensieri; questi apparivano come immagini fisse o in movimento, leggevano le sensazioni, le emozioni, le volontà, il passato che era stato vissuto e quel futuro prossimo che poteva essere previsto. Gli esseri umani non parlavano ma a volte cantavano, suonavano, dalle loro labbra uscivano solo suoni celestiali, perfette armoniche che vibravano dritte ai cuori, non schemi di lettere ma insiemi melodiosi di note. La comunicazione umana era composta da suoni, profumi, sensazioni, emozioni, immagini. Incontravi una persona e la vedevi nella sua interezza, eri in connessione con tutte e bastava uno sguardo per vedere ciò che si provava a vicenda e ciò che ci si voleva dire appariva come una scena di un film muto, accompagnato da una musica paradisiaca, un film muto ma a colori, anzi bagliori colorati. L’immaginazione e la sensitività erano talmente acuite da non rendere necessaria alcuna frase né alcuna parola, queste non erano necessarie per intenderci a vicenda..anzi sarebbero state di disturbo, fonte di interferenza.

0 commenti:

 
Creative Commons License
Drawings & Writings by Daniele Bertoni is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work of the author .
Permissions beyond the scope of this license may be available at www.lookadream.com .